Recensione: Sherlock 4×01 – Le Sei Thatcher

Recensione: Sherlock 4×01 – Le Sei Thatcher

Inizio d’anno con il botto per gli appassionati di Doyle, dopo “soli” tre anni infatti ieri sera è andata in onda su BBC One l’undicesima puntata di Sherlock dal titolo Le sei Thatcher.

Se non si conosce la serie consiglio di recuperarla, ma magari il “perché vederla” lo lasciamo ad un futuro articolo dato che questo voglio dedicarlo solo al commento della puntata appena uscita (disponibile anche su Netflix sia doppiata in italiano che con i sottotitoli). Ho provato a fare una recensione senza spoiler ma non ci sono riuscita, quindi consiglio se non si è ancora visto l’episodio di chiudere tutto e di tornare a visione completata. Avviso da ora inoltre che più che una recensione è un commento con alcuni pareri su alcuni fatti, per il prossimo episodio magari cercherò di essere più lineare.

Titolo episodio:
The Six Thatcher (Le sei Thatcher)

Trama: Nel primo episodio di questa nuova stagione, scritto da Mark Gatiss, Sherlock aspetta di vedere dove Moriarty farà la sua mossa postuma.

In particolare, un caso misterioso sconcerta Scotland Yard – ma Sherlock è più interessato ad un dettaglio apparentemente insignificante. Perché qualcuno sta distruggendo immagini dell’ex Primo Ministro Margaret Thatcher? C’è un pazzo a piede libero? O c’è di mezzo uno scopo molto più oscuro? Qualcosa che affonda le radici nel passato di Mary Watson…

Benedict Cumberbatch ritorna nei panni di Sherlock, mentre Martin Freeman è John Watson, Mark Gatiss è Mycroft, Ruper Graves è l’Ispettore Lestrade, Una Stubbs è Mrs Hudson, Amanda Abbington è Mary Watson e Louise Brealey è Molly Hooper.

Continue reading “Recensione: Sherlock 4×01 – Le Sei Thatcher”

Annunci

Animali fantastici: recensione film

Animali fantastici: recensione film

Sono appena tornata dal cinema, ho appena visto il tanto atteso Animali fantastici e dove trovarli e volevo scrivere una recensione a riguardo, solo che mi rendo conto che questo film mi ha lasciato sentimenti contrastanti che non sono in grado di decifrare.

Direi di partire dalle cose semplici: vale la pena di andarlo a vedere? Sì… se si è ovviamente visto anche il resto della saga, perché infatti sebbene sia un prequel i riferimenti alla saga originale ci sono e potrebbe capitare che qualcuno completamente a digiuno illusosi di poter iniziare con questo capisca poco e niente.

La mia recensione non conterrà spoiler, quindi se volete leggerla per farvi un parere se andare al cinema o meno è quello che fa per voi.

Continue reading “Animali fantastici: recensione film”

Unboxing: Born to Read box Novembre 2016

Unboxing: Born to Read box Novembre 2016

Salve a tutti! Oggi sono qui per mostrarvi l’unboxing della box di novembre di Born to read, se c’è una cosa che adoro sono le box a tema librose ma di solito sono perlopiù progetti esteri, questa invece nasce in Italia, motivo per cui non ho esitato un solo istante a effettuare l’acquisto (in realtà, questa è già la loro seconda box, la prima dal tema “Back to Hogwarts” non è stata spacchettata/recensita sul blog ma su YouTube  da mia sorella).

Di solito in ogni box ci sono cinque gadget (essendo italiana le citazioni sono in inglese) di cui uno esclusivo e non reperibile da nessun altra parte e un “mini-poster”.

Il tema di questo mese era “Regine” ed era ispirato ai libri: Il trono di ghiaccioThe Queen of the TearlingAlice nel paese delle MeraviglieRegina Rossa. Di seguito vi mostrerò i vari oggetti che si potevano trovare all’interno, se state aspettando la vostra e non volete spoiler non leggete oltre, se invece volete farvi un’idea e capire cosa sia spero di riuscire a trasmettere attraverso queste semplici foto da me scattate quanto abbia adorato il contenuto di questa box (apprezzato ancora di più avendo letto ed amato tutti i libri citati).

unboxbtr1
La box da fuori
UnboxBTR2.jpg
Mini-poster con citazione

 

 

 

Continue reading “Unboxing: Born to Read box Novembre 2016”

Recensione in anteprima: Storia di illustri Shadowhunters

Recensione in anteprima: Storia di illustri Shadowhunters
La data di uscita ufficiale in libreria di questo libro è il 18 ottobre, ma in seguito ad una serie di fortunati eventi sono felice di poterlo stringere nelle mie mani già da ieri (insieme all’edizione illustrata de Il cavaliere dei sette regni  di George Martin e Illuminae). In realtà non sono proprio in pari con la serie di libri, ma potevo lasciarli lì? Voi lo avreste fatto?
Ora vi lascio alla scheda del libro e poi sotto troverete la mia recensione in cui parlerò del (magnifico) aspetto grafico e del se vale la pena di spendere €20.00 per un libro che in fondo non è un vero libro (tutte le spiegazioni a quest’ultima frase le trovate proseguendo nella lettura dell’articolo).
Continue reading “Recensione in anteprima: Storia di illustri Shadowhunters”

Recensione libro: La chimera di Praga

Recensione libro: La chimera di Praga
Avevo pensato di fare alla fine della lettura intera una recensione complessiva per tutti i quattro volumi della saga, ma considerando che  ho un nuovo arrivo che mi ha spedito una casa editrice da recensire che ha la precedenza ho pensato di fare ora la recensione di questo titolo. Il libro in questione è La chimera di Praga di Laini Taylor. Questo titolo era già stato pubblicato, insieme al secondo, tempo fa dalla casa editrice con delle certe copertine, il terzo non era mai arrivato, ma adesso è tutto stato tradotto e ripubblicato; all’epoca non conoscevo questa storia e ora che ho in libreria tutti i volumi della stessa edizione sono felice di non averlo conosciuto all’epoca (anche perché avendoli acquistati tutti in blocco non ho dovuto neanche temere che la saga venisse abbandonata o aspettare che venisse pubblicato il successivo, anche se nonostante questo al momento non ho con me il secondo volume e devo quindi aspettare lo stesso di tornare a casa, ma quantomeno ho la certezza che lì lo troverò.
Queste sono le peripezie che il libro ha dovuto affrontare per arrivare in libreria, ma ne ha dovute affrontare altrettante per giungere nella mia. La verità è che la copertina del libro mi piace troppo e ogni volta che entravo in libreria lo prendevo in mano pensando che parlasse di angeli, poi però leggevo solo le prime due righe di trama e lo rimettevo a posto senza andare oltre. Non chiedetemi perché lo facessi, neanche io ho idea del perché quantomeno non finissi di leggere il risvolto di copertina prima di posarlo, se lo avessi concluso magari avrei capito che gli angeli centravano davvero qualcosa e lo avrei acquistato già da tempo. Il lato positivo che vedo in questa “attesa autoimposta” è che ho acquistato l’intera trilogia con il -25% di sconto (per titolo, quindi invece di circa 14€ ho pagato ogni libro sui 10€). Ma cosa mi ha fatto cambiare idea? Il fatto che su Instagram (questo social mi sta rendendo povera più di altri) vedevo circolare la frase «Once upon a time, an angel and a devil fell in love. It did not end well.» (C’era una volta, un angelo e un diavolo che si innamorarono. Non finì bene.) e pensavo a quanto dovesse essere figo un libro che iniziasse così e mi domandavo se mai sarebbe arrivato da noi. Ho capito che i due libri erano lo stesso non certo grazie alla traduzione del titolo molto fedele all’originale ma per il nome dell’autrice, all’inizio ero convinta che avesse scritto due saghe diverse poi ho realizzato che era sempre quella (inutile dire che nel momento in cui l’ho capito e volevo andare in libreria a comprare la trilogia da che ero sempre lì ho poi dovuto aspettare una vita per tornarci). Chiudo qui questa parentesi che ho ritenuto giusto raccontare per far capire perché nutro sentimenti contrasti per la saga in generale, perché forse è stata colpa mia che dopo tutto questo avevo delle aspettative troppo alte… in ogni caso, gli ho dato 4 stelle.
P.S. Questa è stata anche la mia unica lettura librosa del mese, spero di rifarmi il prossimo mese. Continue reading “Recensione libro: La chimera di Praga”

Recensione: La distanza tra me e te

Recensione: La distanza tra me e te

Oggi sono qui con una nuova recensione di un libro che mi è stato inviato da una casa editrice. Parto quindi dal dire che ciò non ha in alcun modo influenzato la mia recensione dell’opera, anzi a riprova di questo posso dire che avevo già comprato in ebook i primi due libri scritti dall’autrice, ammetto di non averli ancora letti (li ho presi perché tutti ne parlavano ed erano in offerta) perché il rosa “puro” non è tra i miei generi preferiti ma prima o poi li avrei iniziati. Dico poi che anche questo libro è stato un giorno in offerta ebook e sono stata tentata di acquistarlo, l’unica cosa che mi ha fatto desistere è stata per l’appunto l’avere altri due libri dell’autrice ancora non letti, ma comunque ero già interessata da me. Tutto questo per rimarcare che il mio è un parere sincero e l’unico “favoritismo” di cui ha goduto questo libro è stato scattare in cima alla mia tbr list per l’unica ragione che era arrivato prima che la iniziassi ma poi io non sono passata a ritirare il pacco e siccome a causa delle “mia nuova vita” la lettura procede a rilento ho pensato di iniziarlo non appena conclusa La chimera di Praga (nonostante morissi dalla voglia di finire la serie e tenere fede alla mia tbr…)

Il libro di cui vi andò a parlare è La distanza tra me e te di Lucrezia Scali, un’autrice italiana – e io sono per il sostenere le pubblicazioni italiane -; l’ultima volta che ho letto dei libri d’amore della Newton mi sono molto piaciuti pur non amando affatto il genere. Sarà stato così anche per questo?  La nostra connazionale avrà convinto anche una cinica come me?
Continue reading “Recensione: La distanza tra me e te”

Tbr: Settembre 2016

So che di norma questi post si fanno il primo del mese, ma è già tanto che lo faccia dato che io di solito tendo ad evitare di fare elenchi di libri da leggere dato che poi puntualmente li sballo sempre, tuttavia, in seguito ad una serie di circostanze, ossia “libro che mi sta prendendo”, vorrei leggere i seguenti libri. Nel titolo ho scritto settembre, ma nel caso in cui non riuscissi a finirli in questo mese vorrei comunque riuscire a concludere entro ottobre.

In generale vorrei leggere 4 libri (3 cartacei + 1 ebook) tutti facenti parte della stessa serie, Daughter of Smoke & Bone, e poi un altro libro che dalle recensioni pare essere simili di trama che però non ho ancora e che quindi devo comprare (aggiornamento 10.09.16: libro acquistato). La seguente lista si limita alle letture librose, ma accanto a queste vorrei portare avanti la saga fumettosa della Vertigo Comics: Lucifer, diciamo che vorrei recuperarla prima che la nuova serie venga tradotta in italiano – sempre parlando in termini fumettistici perché con la serie tv sono in pari e sto aspettando con trepidante attesa la nuova stagione -, ho già tutti i volumi, si tratta solo di trovare il tempo per leggerli.

Ovviamente aspettatevi una recensione dei seguenti titoli una volta che li avrò finiti tutti. Oppure aspettatevi recensioni di altra roba perché già mentre scrivo questo articolo avrei voglia di leggere altri libri che non sono quelli seguenti… magari stillare questa lista in qualche modo mi aiuterà davvero a organizzare le priorità librose.

Ho, tra l’altro, appena notato che tutti i titoli sono legati da piume angeliche, quasi quasi faccio slittare questa tbr a ottobre/novembre, la trovo più adatta a quel periodo… no, non posso, devo sapere come va a finire la serie!

Continue reading “Tbr: Settembre 2016”