Review Party: Perché il re degli elfi odiava le storie

Recensione per il review party del libro “Perché il re degli elfi odiava le storie” di Holly Black, pubblicato in Italia da Mondadori.

Non sono una grande amante di questa serie, però l’ho letta tutta (in inglese) e di questo libro ho voluto partecipare al review party perché mi piacque davvero tanto e, per quanto mi riguarda, ha riscattato molto il resto della serie.

Ringrazio ParanormalBooksLover per aver organizzato l’evento e avermi permesso di partecipare. Ringrazio anche Mondadori per la copia italiana digitale in anteprima, anche se, come dicevo prima, ho già letto tutta la serie in inglese (questo volume compreso) quindi la mia opinione personale è sempre quella e assolutamente non influenzata dall’aver ricevuto un’anteprima digitale.

Perché il re degli elfi odiava le storie

Perché il re degli elfi odiava le storieTitolo: Perché il re degli elfi odiava le storie
Titolo originale: How the King of Elfhame Learned to Hate Stories (come il re di Elfhame imparò a odiare le storie)
Serie di appartenenza: Il Popolo dell’Aria (3,5)
Autrice: Holly Black
Illustratrice: Rovina Cai
ISBN edizione in considerazione: 978-88-04-74160-2
Casa Editrice: Mondadori
Traduttrice: Francesca Novajra
Trama: Prima di essere un principe crudele o un re malvagio, Cardan è stato un bambino e poi un ragazzo con un cuore di pietra.

Come tutte le creature del Popolo, non poteva dire bugie, ma le storie erano la forma che più si avvicinava alla bugia che il Popolo potesse raccontare.

Recensione: Se ne sentiva la necessità? Sì, ma non in senso buono.

Ironicamente, i due volumi che mi piacciono di più di questa serie sono questo e poi, il mio preferito in assoluto, The Lost Sisters (di cui ho parlato qua). Dico “ironicamente” perché sono i due volumi non narrati da Jude e che in realtà sono romanzi brevi. Per quanto mi riguarda, dopo aver letto questo, Cardan avrebbe dovuto narrare fin dall’inizio. O, quantomeno, avremmo dovuto avere un doppio punto di vista. Perché? Perché nel primo libro non capivo proprio da dove fossero nati i suoi sentimenti per Jude. Leggendo questo romanzo breve, invece tutto diventa più chiaro, il principe crudele ha finalmente una caratterizzazione degna di questo nome che ci fa capire molte cose.
Finalmente è chiaro perché Cardan odiasse così tanto Jude, perché in lei rivedeva tutto quello che lui non poteva avere, finalmente la sua ossessione è molto più comprensibile e non campata in aria. Credo proprio che se ora rileggessi la serie, la potrei apprezzare di più e probabilmente shipperei anche di più la coppia. Il fatto è che non ho la minima intenzione di rileggere la serie perché io lettore non dovrei aspettare fino al quarto libro di una trilogia (ironico, lo so) per poter finalmente capire e apprezzare il protagonista maschile.
Per questo dico che il libro è necessario e lo consiglio anche e sopratutto a chi non ha apprezzato la serie perché potrebbe ricredersi su alcune cose, ma sempre per questo dico purtroppo che il libro è necessario perché se il primo volume non sembrasse una brutta bozza e si fosse dato più spazio a quello che scopriamo solo ora, non sarebbe stato necessario che l’autrice ci mettesse una pezza sopra.

Nulla da ridire sulle illustrazioni. Non sono nel mio stile di disegno preferito, quindi non commissionerei un lavoro all’artista, ma rimangono molto belle e accompagnano perfettamente alle parole. In particolare, ho apprezzato una certa “cornice” che cambiava ogni volta che una certa storia veniva narrata e rinarrata; nonostante non apprezzi la serie, l’ultima “cornice” mi ha un po’ emozionata.

In conclusione, leggete questo libro sia se avete apprezzato la serie sia se non vi è piaciuta e pensate che l’autrice avrebbe dovuto sviluppare meglio la psicologia dei personaggi.

Prima di lasciarvi, voglio rivolgere un ultimo pensiero a Locke che mi manca tantissimo. Era l’unico personaggio che adoravo della serie (probabilmente ero l’unica che lo ha adorato), aveva così tanto potenziale e l’autrice non l’ha sfruttato. È stato bello poterlo rivedere almeno un po’ in queste pagine.

Sempre per il “club opinioni impopolari”: probabilmente sono l’unica a cui non dispiace il titolo italiano del volume. Non è una traduzione letterale, ma credo che rispecchi bene il fulcro della storia.

Di seguito lascio il calendario con gli altri blog partecipanti, così potete andare a vedere anche le loro recensioni e approfondimenti.
Buona lettura (di articoli e libro)!

Review Party 'Perché il re degli elfi odiava le storie'

Una risposta a "Review Party: Perché il re degli elfi odiava le storie"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...