Credo che un libro per bambini/giovani ragazzi possa dirsi davvero riuscito quando si rivela adatto a tutte le età. So che può sembrare assurdo, invece spesso sono proprio i libri più elementari a trasmettere i messaggi più profondi, forse perché nascosti così bene tra i simpatici personaggi che neanche ci si accorge di starli assimilando.

Di solito leggo questa categoria in estate, quando, tra un tomo e l’altro, cerco qualcosa di “più leggero” (passatemi la definizione; più che altro sono più brevi della mia media, ma non per questo meno pregni di significato). Con l’avvicendarsi degli anni, ho stillato una lunga lista di quelli che ritengo più meritevoli e vorrei condividerla.

Spesso ci si domanda cosa regalare a dei ragazzini, se oltre al solito pallone/bambolotto ci sia un’alternativa. Ebbene, la risposta è affermativa. Per iniziare ho scelto tre brevi titoli autoconclusivi che rientrano nei miei preferiti di sempre (e non solo perché leggendoli in giovane età si sono guadagnati un posto speciale nel mio cuore, ma perché riprendendoli in mano dopo tempo riescono a conservare sempre la stessa magia della prima volta).

La tela di Carlotta, Papà Gambalunga e Skellig. Cosa hanno in comune questi tre titoli? Sono libri per “tredicenni” che oggi consiglio come lettura per tute le età.

libribambini

 

La Tela di Carlotta (Elwyn Brooks White) La prima volta che ho pianto per il finale di una storia, certo anche il film è stato triste, ma avendo letto il libro prima di vederlo non sapevo cosa aspettarmi ed è stato straziante. Nonostante la sofferenza, non posso fare a meno di rileggerlo ogni estate. Il messaggio principale può sembrare limitarsi solo all’amicizia tra specie diverse e il non giudicare dalle apparenze, ma nascosti tra e pagine c’è molto altro: un’accurata e attuale analisi della società “disposta a credere a qualsiasi cosa legga” e perfino una riflessione sull’inevitabilità del ciclo della vita uguale per chiunque (si nasce, si cresce e, dopo più o meno tempo, alla fine si muore). Tutto trattato con leggerezza e una vena di ironia per non appesantire i bambini, o gli adulti.

Non accade spesso di incontrare qualcuno che sia insieme un vero amico e un buon scrittore. E Carlotta era stata l’una e l’altra cosa.

 

Papà Gambalunga (Jean Webster) Questo libro è tante cose: una storia di crescita e formazione, senza dubbio, ma anche di sogni, speranze e… di amore. Il libro è un epistolario -la raccolta di lettere che Judy invia al suo misterioso benefattore- ma non per  questo la lettura risulta pesante, anzi, siccome la protagonista ha diciotto anni e con un futuro da scrittrice, sono appassionanti e ricche di dettagli. Se ha tutto ciò si aggiunge una narratrice in cui è facile riconoscersi, per le ragazze a cui piace sognare, amanti delle dolci favole alla Orgoglio e PregiudizioPiccole donne dovrebbe essere una lettura, se non obbligata, caldamente consigliata.

Quel signore, direi, è un pochino stravagante. Crede che tu abbia idee originali e vuole darti un’istruzione affinché tu possa diventare una scrittrice.

 

Skellig (David Almond) In sincerità, non è stato letto in tenera età, ma in un pomeriggio di agosto. Si presenta come libro per bambini (anche per gli anni dei protagonisti), ma in realtà sono gli adulti quelli che al meglio potrebbero apprezzare il simbolismo. Per essere un libro per bambini, la lettura mi ha lasciato addosso un senso di angoscia -lo stesso provato con un King o Giro di vite di James, per intenderci- ma non per questo lo infilerei tra gli horror psicologici, così come neanche tra i fantasy per la presenza del soprannaturale, è qualcosa di più che non credo avrà mai una definizione. Ritengo che però vada bene così, se mai un giorno riuscissi a “inscatolarlo” perderebbe gran parte della sua magia.

Dicono che le scapole sono il punto dove avevamo le ali, quando eravamo angeli. Dicono che sono il punto in cui ricresceranno, un giorno.

 

Quali sono i libri della vostra infanzia che consigliereste a qualunque età?

P.S. È probabile che l’articolo avrà una seconda/terza/ecc. parte, ma non saprei dire quando.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...